SPESE DEDUCIBILI Mod 730 - Unico

 SPESE SANITARIE

  • Acquisto di medicinali (escluso parafarmaci)
  • Analisi e indagini cliniche
  • Prestazioni mediche specialistiche (da dentisti, oculisti, omeopatici, etc con esclusione dei certificati medici)
  • Applicazioni, protesi e qualunque apparecchio medicale
  • Assistenza infermieristica e riabilitativa
  • Acquisto di autoveicoli e di mezzi di spostamento adattati in funzione delle limitazioni permanenti delle capacità motorie
  • Altri casi specifici.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Scontrini delle farmacie con indicato il codice fiscale del fruitore delle medicine
  • Fatture e Ricevute fiscali relative alle prestazioni mediche ricevute

Vai ad approfondimenti Spese Sanitarie

 SPESE SANITARIE PER FAMILIARI NON A CARICO

Sono detraibili le spese sanitarie sostenute nell'interesse del familiare non fiscalmente a carico affetto da patologie esenti la cui detrazione non ha trovato capienza nell'imposta lorda da questi dovuta.
L'ammontare massimo delle spese sanitarie per cui è possibile fruire della detrazione non può superare 6.197,48 euro e si calcola sulla parte che eccede l'importo di euro 129,11.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Scontrini delle farmacie con indicato il codice fiscale del fruitore delle medicine
  • Fatture e Ricevute fiscali relative alle prestazioni mediche ricevute

 SPESE SANITARIE PER DISABILI

Sono detraibili le spese sanitarie sostenute nell'interesse di coloro che avendo una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva che causa difficolta di apprendimento, relazione o integrazione lavorativa e determina un processo di svantaggio sociale o di emarginazione, e che per tali motivi hanno ottenuto il riconoscimento dalla Commissione medica (istituita ai sensi dell'art. 4 della L. n. 104 del 1992), o da altre commissioni mediche pubbliche che hanno l'incarico dicertificare l'invalidita civile, di lavoro, di guerra, ecc.
I grandi invalidi di guerra (art. 14 del T.U. n. 915 del 1978) e le persone a essi equiparate sono considerati disabili e non sono assoggettati agli accertamenti sanitari della Commissione medica istituita ai sensi dell'art. 4 della L. n. 104 del 1992. In questo caso e sufficiente la documentazione rilasciata agli interessati dai ministeri competenti quando sono stati concessi i benefici pensionistici.
Sono detraibili le seguenti spese sanitarie sostenute per disabili:

  • per i mezzi necessari all'accompagnamento, deambulazione, locomozione e sollevamento;
  • per i sussidi tecnici e informatici che facilitano l'autosufficienza e l'integrazione.

Per queste spese la detrazione del 19 per cento spetta sull'intero importo.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Fatture o ricevute fiscali di acquisto per quanto sopra specificato

Vai ad approfondimenti Spese Sanitarie per Disabili

 SPESE VEICOLI PER DISABILI

Sono detraibili le spese sostenute per l'acquisto:

  • di motoveicoli e autoveicoli, anche se prodotti in serie e adattati in funzione delle limitazioni permanenti alle capacita motorie dei disabilidi autoveicoli, anche non adattati, per il trasporto dei non vedenti, sordi, persone con handicap psichico o mentale di gravita tale da avere determinato il riconoscimento dell'indennita di accompagnamento, invalidi con grave limitazione della capacita di deambulazione e persone affette da pluriamputazioni.

Per fruire della detrazione è necessario un handicap grave, così come definito dall'art. 3, c. 3, della L. n. 104 del 1992, derivante da patologie che comportano una limitazione permanente della deambulazione.
La detrazione, nel limite di spesa di 18.075,99 euro, spetta con riferimento a un solo veicolo (auto o moto), a patto che sia utilizzato in via esclusiva o prevalente a beneficio del disabile.
La detrazione spetta una sola volta in un periodo di quattro anni, a meno che il veicolo non sia stato cancellato dal pubblico registro automobilistico. Se il veicolo e stato rubato e non ritrovato, dal limite di 18.075,99 euro va detratto l'eventuale rimborso dell'assicurazione.
La detrazione puo essere ripartita in quattro quote annuali di pari importo.
Si ricorda che la detrazione spetta anche per le spese di riparazione che non rientrano nell'ordinaria manutenzione, con esclusione, quindi, dei costi di esercizio (come, ad esempio, il premio assicurativo, il carburante e il lubrificante).
Queste spese concorrono, insieme al costo di acquisto del veicolo, al raggiungimento del limite massimo consentito di euro 18.075,99.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Le fatture o le ricevute fiscali dei costi di cui sopra

 INTERESSI PASSIVI MUTUI ABITAZIONE PRINCIPALE

Interessi passivi e gli oneri notarili sostenuti per mutui contratti per l'acquisto o la ristrutturazione della casa di abitazione principale.

  • occorre munirsi della specifica certificazione rilasciata dalla banca per gli interessi passivi pagati con le rate del mutuo durante l'anno; se tale certificazione non risulta essere pervenuta al domicilio del mutuatario entro febbraio-marzo, è necessario recarsi in banca per il rilascio.

La detrazione si applica su di un importo massimo di interessi di euro 4.000,00 complessivamente tra tutti gli intestatari del mutuo.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • La certificazione delle banca relativi agli interessi versati durante l'anno
  • Il rogito dell'abitazione
  • Il contratto di mutuo

Vai ad approfondimenti Interessi Passivi Mutui Acquisto o Ristruttur. abitaz. principale

 CANONI LEASING IMMOBILE ABITAZIONE PRINCIPALE

La detrazione riguarda i canoni e i relativi oneri accessori derivanti da contratti di locazione finanziaria su unità immobiliari, anche da co-struire, da adibire ad abitazione principale entro un anno dalla consegna, sostenuti da contribuenti con un reddito complessivo non superiore a 55.000 euro all’atto della stipula del contratto di locazione finanziaria che non sono titolari di diritti di proprie tà su immobili a destinazione abitativa

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Il contratto di leasing
  • Le quietanze di pagamento dei canoni leasing
​ 

 ASSICURAZIONE VITA E INFORTUNI

I premi di assicurazione sulla vita e contro gli infortuni.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • La certificazione rilasciata dall'assicurazione con indicazione degli importi deducibili fiscalmente
  • Le quietanze di pagamento dei premi

La detrazione di applica su di un importo massimo di euro 530,00

Vai ad approfondimenti Assicurazioni Vita e Infortuni

 SPESE DI ISTRUZIONE

Spese per la frequenza di scuole di infanzia del primo ciclo di istruzione (materna) e della scuola secondaria di secondo grado (superiori) fino ad un imporo di euro 564,00 per alunno.
Spese per la frequenzasai corsi di istruzione universitaria e scuole di specializzazione universitarie (sia pubbliche che private)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Le ricevute di pagamento della tassa di iscrizione e delle rate periodiche
  • Le ricevute di pagamento delle rate universitarie​

Vai ad approfondimenti Spese di Istruzione

 SPESE FUNEBRI

Spese funebri sostenute a seguito della morte di persone, anche non familiari, tra cui:

  • spese sostenute per la cerimonia funebre;
  • spese per necrologi, pubblicazioni, affissioni, loculi e lapidi.

La detrazione si applica su di un importo massimo di spese di euro 1.550,00.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Le fatture con indicazione della data di quietanza
  • Le ricevute di pagamento comunali


 SPESE ADDETTI ALL'ASSISTENZA PERSONALE

Sono detraibili le spese sostenute per gli addetti all'assistenza personale nei casi di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana.
Sono considerate non autosufficienti nel compimento degli atti della vita quotidiana le persone che non sono in grado, per esempio, di assumere alimenti, di espletare le funzioni fisiologiche e provvedere all'igiene personale, di deambulare, di indossare gli indumenti.
Inoltre, può essere considerata non autosufficiente anche la persona che necessita di sorveglianza continuativa.
Lo stato di non autosufficienza deve risultare da certificazione medica (non è necessaria la Legge 104).
La detrazione per le spese di assistenza non spetta, dunque, quando la non autosufficienza non si ricollega all'esistenza di patologie (come, per esempio, nel caso di assistenza ai bambini).
La detrazione spetta anche per le spese sostenute per i familiari non a carico.
Il contribuente può fruire della detrazione, fino a un importo massimo di 2.100 euro, solo se il reddito complessivo non supera i 40.000,00 euro.
Il limite di 2.100 euro è riferito al singolo contribuente a prescindere dal numero delle persone cui si riferisce l'assistenza.
Se più familiari hanno sostenuto spese per assistere lo stesso familiare, il limite massimo di 2.100, euro deve essere ripartito tra coloro che hanno sostenuto la spesa.
Le spese devono risultare da idonea documentazione, che può anche consistere in una ricevuta debitamente firmata, rilasciata dall'addetto all'assistenza, e deve contenere gli estremi anagrafici e il codice fiscale di chi effettua il pagamento e di chi presta l'assistenza. Se la spesa è sostenuta in favore di un familiare, nella ricevuta devono essere indicati anche gli estremi anagrafici e il codice fiscale di quest'ultimo.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Le fatture o le ricevute fiscali dei costi di cui sopra.

SPESE MEDICHE O DI ASSISTENZA SPECIFICA PER LE PERSONE CON DISABILITA'

Spese mediche generiche e di quelle di assistenza specifica necessaria nei casi di grave e permanente invalidità; sono tali sia i soggetti che hanno ottenuto il riconoscimento dalla Commissione medica istituita ai sensi dell'art. 4 della legge n.104 del 1992,.

Spese deducibili:

  •  assistenza infermieristica e riabilitativa;
  •  personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona;
  • personale di coordinamento delle attività assistenziali di nucleo;
  • personale con la qualifica di educatore professionale;
  • personale qualificato addetto ad attività di animazione e/o di terapia occupazionale.


Le spese indicate in questo rigo sono deducibili anche se sostenute nell'interesse dei seguenti familiari, pure se non fiscalmente a carico:
– coniuge;
– figli legittimi o legittimati o naturali o adottivi;
– discendenti dei figli;
– genitori e ascendenti prossimi, anche naturali;
– genitori adottivi;
– generi e nuore;
– suocero e suocera;
– fratelli e sorelle, anche unilaterali.

Non ci sono limiti di deducibilità relativi alle spese.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Fatture dei professionisti (infermieri, ASA, OS, medici etc)
  • Scontrini fiscali delle medicine.

 SPESE PER ATTIVITA' SPORTIVE PRATICATE DAI RAGAZZI

Iscrizione annuale e abbonamento, per i ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni, ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altri impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica.
La detrazione si applica su spese per un massimo di euro 210,00 per ogni ragazzo.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Fatture e/o ricevute fiscali con indicazione del codice fiscale del soggetto praticante l'attività sportiva e di colui che effettua il pagamento.

Vai ad approfondimenti Spese Attività Sportive

 SPESE PER INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE

Compensi pagati a soggetti di intermediazione immobiliare per l'aquisto dell'unità immobiliare da adibire ad abitazione principale.
La detrazione si applica su spese per un importo massimo di euro 1.000,00

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • La fattura dell'agenzia immobiliare
  • Il rogito dell'unità immobiliare

Vai ad approfondimenti Spese per intermediazione immobiliare

 EROGAZIONI LIBERALI E DONAZIONI GRATUITE

Erogazioni liberali e donazioni gratuite a:

  • ONLUS
  • partiti politici
  • associazioni sportive dilettantistiche
  • altre erogazioni liberali ad assoc. ed enti per scopi culturali e scentifici

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Le ricevute di pagamento e/o i bonifici bancari

Vai ad approfondimenti Erogazioni Liberali e Donazioni Gratuite

 SPESE VETERINARIE

Spese veterinarie sostenute per la cura di animali legalmente detenuti per compagnia o per pratica sportiva.
La detrazione si applica su di un importo massimo di spese di euro 387,34, sulla parte che supera l'importo di euro 129,11.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Scontrini delle farmacie con indicato il codice fiscale del proprietario dell'animale
  • Fatture e Ricevute fiscali relative alle prestazioni veterinarie

Vai ad approfondimenti Spese Veterinarie

 SPESE PER ASILI NIDO

Sono oggetto di detrazione le spese sostenute dai genitori per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido per un importo complessivamente non superiore a euro 632 annui per ogni figlio

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Fatture e/o ricevute fiscali attestanti i versamenti delle rette

 CONTRIBUTI PREVIDENZIALI

Contributi previdenziali, tra cui:

  • contributi SSN inclusi per legge nel versamento del premio di assicurazione RC-Auto
  • contributi previdenziali versati in via facoltativa o volontaria alla gestione pensionistica (INPS, INPDAP, etc)
  • Contributi versati per il riscatto degli anni di laurea del dichiarante
  • contributi versati per l'assicurazione obbligatoria Inail contro gli infortuni domestici (c.d. assicurazione casalinghe)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • La ricevuta di pagamento dell'assicurazione auto riportante quanto è stato versato a titolo di SSN
  • I bollettini di pagamento dei contributi
  • Il bollettino postale relativo al versamento dell' assicurazione casalinghe

Vai ad approfondimenti Contributi Previdenziali

 ASSEGNO PERIODICO AL CONIUGE SEPARATO

L'assegno periodico corrisposto al coniuge in conseguenza di separazione legale (esclusa la parte destinata al mantenimento dei figli)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Copia della sentenza da cui risultino gli importi da corrispondere al coniuge
  • Copia degli estratti conto bancari o postali da cui risultino tutti i pagamenti effettuati (non sono deducibili importi corrisposti tramite assegni bancari) o copia delle matrici degli assegni circolari

Vai ad approfondimenti Assegno Periodico al Coniuge Separato

 CONTRIBUTI PER ADDETTI AI SERVIZI DOMESTICI E FAMILIARI

Sono oggetto di detrazione i contributi previdenziali e assistenziali (i bollettini INPS) versati per gli addetti ai servizi domestici e familiari e all'assistenza personale o familiare (es. colf, baby-sitter e assistenti delle persone anziane), per la parte a carico del datore di lavoro, fino all'importo massimo di euro 1.549,37.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • I bollettini postali di versamento dei contributi all'INPS

 PENSIONI INTEGRATIVE PRIVATE

Contributi versati per forme pensionistiche complementari (pensioni integrative private, etc)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • La certificazione rilasciata dall'assicurazione o dalla banca con indicazione degli importi deducibili fiscalmente
  • Le quietanze di pagamento dei premi

Vai ad approfondimenti Pensioni Integrative Private

 SPESE DI RISTRUTTURAZIONE ABITAZIONI - 36% 50%

Spese per la ristrutturazione e interventi di recupero edilizio su immobili abitativi - detrazione di imposta 36% (in linea generale ogni manutenzione straordinaria sugli immobili relativamente alle strutture e agli impianti)
La detrazione si applica su di un importo massimo di spese di euro 48.000,00 per ogni unità immobiliare oggetto di ristrutturazione.
Sono oggetto dell'agevolazione tutti gli immobili abitativi anche non prime case.
NB: La percentuale di detrazione è aumentata al 50% per tutti gli interventi effettuati dal 26/06/2012 al 31/12/2017 con importo massimo di spesa di euro 96.000,00

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Le fatture relative ai lavori commissionati e alle merci acquistate
  • Le ricevute dei bonifici di pagamento delle fatture con le indicazioni previste dalla norma:

''- data e numero della fattura
''- p.iva e denominazione del fornitore
''- riferimento normativo dell'agevolazione - art. 1, L. 449/97
''- codice fiscale dei beneficiari dell'agevolazione.

  • In caso di lavori condominiali su parti comuni, la certificazione dell'amministratore da cui risultino gli importi di competenza del singolo condomino

 SPESE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA - 55% 65%

Oneri per i quali è riconosciuta la detrazione d'imposta del 55%:

  • riqualificazione energetica di edifici esistenti
  • inerventi sull'involucro di edifici esistenti
  • installazione di pannelli solari
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione o a pompa di calore

Gli importi massimi di spesa variano a seconda del tipo di intervento:

  • interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, massimo euro 181.818,18
  • interventi su involucro di edifici esistenti, installaizione di pannelli solari per produzione di acqua calda, massimo euro 109.090,90 e schermature solari (tende);
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, massimo euro 54.545,45
  • NB: La detrazione è aumentata al 65% per le spese sostenute dal 06/06/2013 al 31/12/2017

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Le fatture (con indicazione separata del costo della manodopera)
  • L'attestato di certificazione di qualificazione energetica del tecnico abilitato (per tutti gli interventi tranne che per i serramenti e le caldaie a condensazione)
  • La ricevuta dell'invio dell'attestato di qualificazione energetica all'Enea (per tutti gli interventi tranne che per i serramenti e le caldaie a condensazione)
  • La ricevuta dell'invio della scheda informativa all'Enea
  • Ricevuta del bonifico bancario o postale delle fatture
  • In caso di lavori proseguiti oltre l'anno di inizio occorre anche la ricevuta della comunicazione telematica relativa.

Vai ad approfondimenti Agevolazione 55%

 SPESE PER L'ARREDAMENTO DI IMMOBILI RISTRUTTURATI

Ai contribuenti che hanno effettuato o stanno effettuando lavori di ristrutturazione su immobili abitativi usufruendo della detrazione del 50% è riconosciuta una detrazione del 50% per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici classe A+ e A (per i forni) finalizzati all'arredo degli immobili oggetto della ristrutturazione
La detrazione spetta per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2017
La detrazione spetta su un ammontare massimo di euro 10.000

In caso di manutenzione ordinaria effettuata su parti comuni dell'edificio è ammessa la detrazione solo per gli acquisti dei beni finalizzati all'arredo delle parti comuni

La data di inizio dei lavori di ristrutturazione deve essere anteriore a quella in cui sono state sostenute le spese per l'acquisto di mobili e di elettrodomestici (l'inizio dei lavori può anche essere autocertificato)

La detrazione spetta solo per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici nuovi

Nb: L'AGEVOLAZIONE E 'STATA PROROGATA FINO AL 31 DICEMBRE 2017

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • fattura di acquisto dei mobili o degli elettrodomestici
  • bonifico bancario o postale con le stesse modalità previste per le spese di ristrutturazione ovvero ricevuta di pagamento tramite carta di credito o bancomat


SPESE PER L' ARREDO DEGLI IMMOBILI GIOVANI COPPIE

E' riconosciuta una detrazione del 50 per cento delle spese sostenute per l’acquisto di mobili nuovi destinatiall’arredo dell’abitazione principale ai contribuenti che:

risultino essere una coppia che coniugata nell’anno 2016; 
oppure essere una coppia di fatto, convivente da almeno tre anni, e tale condizione deve risultare soddisfatta nell’anno 2016. 
almeno uno dei due componenti la coppia deve avere una età non superiore ai 35 anni al 31 dicembre 2016 (tale requisito si inte nderispettato dai contribuenti che compiono il trentacinquesimo anno d’età nel corso del 2016 a prescindere dal giorno o dal mese in cuiciò accade);
avere acquistato a titolo oneroso o gratuito un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale della giovane coppia nel  2015 o nel2016. L’acquisto può essere effettuato da entrambi i coniugi o conviventi o da uno solo di essi purché chi effettua l’acquisto  non abbia superato il trentacinquesimo anno di età;
l’unità immobiliare deve essere stata destinata ad abitazione principale della coppia

NB: l'agevolazione NON è stata prorogata alle spese sostenute dopo il 31/12/2016.


DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • fattura di acquisto dei mobili
  • bonifico bancario o postale con le stesse modalità previste per le spese di ristrutturazione ovvero ricevuta di pagamento tramite carta di credito o bancomat


CANONI DI LOCAZIONE ABITAZIONE PRINCIPALE

Detrazione per canoni di locazione:

  • detrazione da euro 150 a euro 300 per coloro che hanno pagato canoni di locazione relativi ad abitazione principale;
  • detrazione da euro 247 a euro 495 per coloro che hanno stipulato contratto di locazione convenzionale;
  • detrazione per canoni di locazione per giovani tra i 20 e i 30 anni che hanno stipulato un contratto di locazione agevolata;

Ulteriore ipotesi di detrazione per canoni di locazione:

  • Detrazione d'imposta per canoni di locazione spettante a lavoratori dipendenti che trasferiscono la residenza per motivi di lavoro

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Copia del contratto di locazione registrato
  • Le ricevute di pagamento dei canoni di locazione

Vai ad approfondimenti Canoni di Locazione Abitazione Principale

SPESE PER CANONI DI LOCAZIONE UNIVERSITARI

Spese per canoni di locazione sostenuti da studenti universitari fuori sede.
I canoni di locazione sono deducibili se derivanti da contratto stipulato e registrato regolarmente ai sensi della legge 431/98; l'università deve essere ubicata in un Comune distante almento 100 km dal comune di residenza e comunque in una provincia diversa.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:

  • Copia del contratto di locazione registrato
  • Le ricevute di pagamento dei canoni di locazione
  • Documentazione comprovante l'iscrizione alla facoltà universitaria

Vai ad approfondimenti Canoni di Locazione Universitari

ALTRI COSTI SPECIFICI

Altri costi specifici tra cui:

  • spese per l'acquisto di cani guida
  • il 50% delle spese sostenute dai genitori adottivi per l'espletamento delle procedure di adozione di minori stranieri
  • contributi versati per il riscatto del corso di laurea dei familiari a carico

Vai ad approfondimenti Altri Costi Specifici

CREDITO DI IMPOSTA PER IL RIACQUISTO DELLA PRIMA CASA

Nell'ipotesi di vendita e successivo riacquisto della prima casa il soggetto matura un credito d'imposta qualora si trovi nelle seguenti condizioni:
– che nel periodo compreso tra il 1° gennaio dell'anno oggetto della dichiarazione e la data di presentazione della dichiarazione abbiano acquistato un immobile usufruendo delle agevolazioni prima casa;
– che l'acquisto sia stato effettuato entro un anno dalla vendita di altro immobile acquistato usufruendo delle agevolazioni prima casa.
L'importo del credito d'imposta è pari all'ammontare dell'imposta di registro o dell'IVA corrisposta in relazione al primo acquisto agevolato; in ogni caso detto importo non può essere superiore all'imposta di registro o all'IVA dovuta in relazione al secondo acquisto;

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE AL CAF:
- rogito di acquisto della prima casa oggetto di vendita

  • rogito di riacquisto della nuova prima casa

 INDICAZIONI GENERALI

NB: in ogni caso ricordarsi sempre di pervenire al CAF con la copia della dichiarazione 730 o Unico dell'anno precedente (con tutte le copie degli eventuali modelli F24 di versamento delle imposte in caso di Unico)

Per ogni tipo di informazione o per chiarimenti relativamente alla documentazione necessaria, invitiamo gentilmente a rivolgersi al CAF c/o Studio Dr. L. Di Leone - Tel. 02/ 99 69 21 73